Home > Comunicati Stampa > Lettura collettiva diffusa della Costituzione il primo giugno 2018 per le scuole bergamasche

Lettura collettiva diffusa della Costituzione il primo giugno 2018 per le scuole bergamasche

Referente ufficio stampa: Teresa Capezzuto (+39) 035 284 335
Per informazioni scrivere a: capezzuto@istruzione.bergamo.it.

L’invito di Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, e della Consulta studentesca.

COMUNICATO STAMPA

Lettura collettiva diffusa della Costituzione il 1° giugno 2018
per le scuole di Bergamo e provincia
L’invito di Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, e della Consulta studentesca

Un’importante iniziativa civica per il mondo scolastico bergamasco è fissata venerdì 1° giugno tra le 10 e le 12, proprio alla vigilia della festa della Repubblica e nell’anno del 70° anniversario della Costituzione.

Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, e la Consulta studentesca invitano le scuole di Bergamo e provincia a partecipare alla proposta di lettura collettiva diffusa di uno o più articoli della Costituzione: i lettori più piccoli stando nelle classi, mentre gli studenti delle secondarie di secondo grado magari in un luogo pubblico significativo del proprio paese e città, in collaborazione con i Comuni.

Proprio ai sindaci si era rivolta il provveditore Patrizia Graziani in occasione, lo scorso 13 gennaio, della cerimonia ufficiale “La Costituzione italiana compie 70 anni” presso l’Istituto “Vittorio Emanuele II” di Bergamo, invitandoli a donare il testo della Carta costituzionale ai giovani diciottenni e la risposta è apparsa positiva.

“Molte iniziative sono state realizzate quest’anno scolastico nelle scuole ed ora proponiamo anche la lettura diffusa e collettiva, in particolare dei primi 54 articoli della Costituzione, comprendenti Principi fondamentali e Diritti e doveri – dichiara la Dott.ssa Patrizia Graziani – Mi auguro proprio che nei singoli Comuni si collabori alla sua realizzazione e venga data la giusta risonanza all’evento. La scuola da sola non può fare tutto, ha bisogno di trovare partner sul territorio, in tutte le sue rappresentanze istituzionali”.

La Costituzione italiana va conosciuta e vissuta come faro e stella polare: rappresenta un punto di rifermento fondamentale per ragazzi e ragazze.

“Dobbiamo tutti insieme farla vivere nelle piazze e nelle classi, perché oggi più che mai in aula abbiamo bisogno di maestri ambasciatori della Costituzione, di uomini e donne che la conoscono, che la vivono e la sanno far vivere. Per ogni studente e ogni studentessa – conclude il dirigente dell’Ufficio scolastico Territoriale di Bergamo Patrizia Graziani – è importante il contatto diretto con la Costituzione, poterne avere fra le mani una copia, leggerla e studiarla, riflettere e discutere intorno ad essa, usarla per illuminare le proprie scelte e per l’esercizio pieno di diritti e doveri”.

Per ulteriori informazioni: http://bergamo.istruzione.lombardia.gov.it/protbg3138_18-2/