Home > Aree tematiche > Orientamento

Orientamento

L’orientamento è un processo “volto a facilitare la conoscenza di sé, del contesto formativo, occupazionale, sociale, culturale ed economico di riferimento, delle strategie messe in atto per relazionarsi ed interagire con tali realtà, al fine di favorire la maturazione e lo sviluppo delle competenze necessarie per poter definire o ridefinire autonomamente obiettivi personali e professionali aderenti al contesto, elaborare o rielaborare un progetto di vita e di sostenere le scelte relative” (Accordo sull’Orientamento Permanente – 5/12/2013).

Nelle politiche europee e nazionali per la realizzazione degli obiettivi e delle strategie di “Lisbona 2010” e di “Europa 2020”, l’orientamento lungo tutto il corso della vita è riconosciuto come “diritto permanente di ogni persona” (“Linee guida nazionali per l’orientamento permanente” – 19 febbraio 2014).

La Legge 107/2015 prevede la definizione di un “sistema di orientamento” per garantire e sostenere le scelte relative al progetto di vita di ogni studente, nella lotta alla dispersione e all’insuccesso formativo.

L’ufficio ha promosso e coordina il Tavolo territoriale per l’Orientamento, costituito anche da Provincia di Bergamo, Comune di Bergamo, Università degli Studi di Bergamo, Camera di Commercio attraverso l’Azienda Speciale Bergamo Sviluppo, Confindustria Bergamo e Confartigianato Bergamo, allo scopo di promuovere e potenziare l’integrazione delle azioni di orientamento territoriali, di favorire l’incontro tra domanda e offerta di istruzione e formazione, di sostenere le istituzioni scolastiche e formative nella realizzazione di percorsi di orientamento.

Il Tavolo territoriale per l’orientamento predispone annualmente il Piano di Orientamento che offre una serie di proposte raccordate e condivise con l’obiettivo di favorire il successo personale e formativo degli alunni, nella consapevolezza che una corretta scelta del percorso di studi (a partire dalla scelta al termine della scuola secondaria di primo grado) determini risultati positivi in ambito scolastico e professionale.

Il Piano si articola in più azioni rivolte a dirigenti scolastici, docenti, genitori, studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. Pur essendo azioni di tipologia differente, esse rispondono alla stessa logica e si integrano in un piano condiviso, organico e coerente, che si caratterizza come azione di sistema, continuativa e strutturata.